Menù Principale

• Home

• Rivenditori

• Fornitori

Sfoglia Catalogo

• Dischi in Vinile

• Novità

• Generi

• Supporti

• Etichette

• Alta Fedeltà

novità

Servizi

• Newsletter

• Area Clienti

• Informazioni

• Area download

• Area stampa

• News

• Links

Offerte

• Offerte & Promozioni

Primo piano

AA.VV.: Highlights From Rubinstein At Carnegie Hall - ASLSC2605

Premi

• 5 stelle Musica

• Diapason D'Or

• Editor's Choice

• Audio Review - Musica in vinile

• Il Venerdì di Repubblica

Home >> Catalogo >> YES: YES: Fragile

CONTINUA LA TUA RICERCA

Autore/i:

 

Etichetta:

Genere musicale:

Scegli il Supporto desiderato:

Titolo:

 

Mese:

Anno:

Nuovi arrivi

Coming soon

Promozioni

Esecutore/i:

 

Codice:

 

[Codice: MFSLUD2012]

[Codice a barre: ]

YES

YES: Fragile

Esecutore: Yes

Etichetta: Mobile Fidelity Sound Lab

Genere: Rock

n.Dischi: 2

Formato: LP 180 Gr. 45 giri

 

€ 185,00

Aggiungi il tuo articolo al carrello e prosegui con l'acquisto.

   

 
 

Doppio LP da 180 grammi a 45 giri Ultradisc One-Step della Mobile Fidelity

Imperdibile edizione stampata in appena 7500 copie numerate per tutto il mondo

Lussuoso cofanetto con copertine plastificate

LP stampati presso la RTI, in USA

«Volevo ascoltare qualcosa che mi ispirasse veramente». Grazie a Fragile il desiderio del vocalist degli Yes Jon Anderson venne esaudito a un livello che nemmeno lui avrebbe mai osato immaginare. Il disco più emblematico degli Yes portò una serie di importantissime novità non solo per la band inglese, ma anche per il modo in cui concepire la musica pop. Fragile costituì anche il disco d’esordio del tastierista Rick Wakeman e segnò un radicale ripensamento delle relazioni tra gli strumenti classici, le fantasie idilliache e le strutture tradizionali, nonché l’arrivo del progressive rock nel panorama della musica mainstream. Inoltre, questo disco spalancò le porte di una lunga e fruttuosa collaborazione tra il quintetto e il celebre illustratore Roger Dean, le cui immagini di copertina e all’interno del gatefold continuano a essere un oggetto di culto per moltissimi appassionati di rock, non meno della altissima qualità della ripresa sonora. In questo doppio LP da collezione nessun elemento – nemmeno il più piccolo – è stato lasciato al caso. In questo avanzatissimo UltraDisc One-Step stampato su MoFi SuperVinyl da 180 grammi a 45 giri presso la RTI, in Germania, in appena 7500 copie per tutto il mondo, la Mobile Fidelity è orgogliosa di presentare Fragile, il capolavoro più acclamato degli Yes, in un’edizione da tramandare ai posteri con una stupefacente resa del palcoscenico sonoro e una perfetta riproduzione della grafica di copertina originale. Esaltato da decenni per lo straordinario livello dell’impasto sonoro, delle armoniche, delle dinamiche, delle sfumature e della profondità dell’immagine sonora, questo mitico album del 1971 torna oggi grazie alla Mobile Fidelity con una trasparenza ai limiti del surreale, un’immagine multidimensionale e un’immediatezza sonora pressoché senza limiti. L’evidente miglioramento di tutti i parametri di valutazione sonora – la definizione, l’agogica, la trasparenza, la restituzione dei dettagli, il bilanciamento, la profondità, la consistenza e l’escursione dinamica – permettono a tutti gli appassionati di ritrovarsi quasi per magia di fronte alle strabilianti complessità dei brani di questo mitico album. Tutto il merito va attribuito all’UDIS e al MoFi SuperVinyl. Studiato e sviluppato presso la NeoTech e la RTI, il MoFi SuperVinyl è di gran lunga la formula di vinile più adatta alla riproduzione mai realizzata. Si può tranquillamente dire senza tema di smentite che nessun appassionato di vinili non ha mai avuto modo di vedere (e di ascoltare) niente del genere. Per questo supporto estremamente costoso e difficile da produrre, la Mobile Fidelity ha richiesto reali e concreti miglioramenti in due campi ben precisi, ossia una radicale diminuzione dei rumori di fondo e un notevole aumento della definizione e della resa dei dettagli. Il vinile è composto da un nuovo colorante privo di carbonio (che potrete tenere tenendo il disco verso la luce), che consente di ottenere il supporto più silenzioso del mondo. Questa formula ad alta definizione permette anche di realizzare solchi più netti e indistinguibili dalla lacca originale. Il MoFi SuperVinyl garantisce la qualità sonora più vicina a quello che gli ingegneri della Mobile Fidelity sentono con le loro orecchie nello studio di masterizzazione. La sontuosa confezione e la splendida presentazione grafica di questa ristampa di Fragile si addicono alla perfezione al livello di assoluta eccellenza di questo straordinario album. Sistemati in un elegante cofanetto, i due LP sono inseriti in buste plastificate e una grafica fedele all’originale esalta al massimo grado un oggetto di culto per tutti i collezionisti. In particolare, non si è lesinato su nessun elemento. Sia sotto il profilo sonoro sia sotto quello visivo, questa ristampa UD1S si propone come un’edizione di assoluto riferimento, destinato a essere conservato, venerato e ascoltato con estrema cura. Questa edizione è stata realizzata per ascoltatori molto esigenti, che sanno apprezzare la qualità del suono e un prodotto curato fin nei minimi dettagli e che desiderano immergersi completamente nell’arte e in tutto ciò che riguarda l’album, dalle immagini ai più piccoli dettagli grafici. Infatti, nel momento stesso in cui toglierete la copertura in cellophane che avvolge il cofanetto, sarete pronti per venire avvolti dai fantascientifici spunti di Dean, non appena tirerete fuori il primo LP dalla sua busta plastificata e collocherete il braccio del vostro giradischi nei microsolchi del primo brano. Si parte con un accordo ascendente, seguito da un romantico passaggio della chitarra acustica di Steve Howe che funge da introduzione e poi la band inglese si tuffa in “Roundabout”, una vera e propria pietra miliare destinata a durare nel tempo. Dopo avere ascoltato questo brano, i fan della band inglese si resero immediatamente conto che gli Yes si erano trasformato in un gruppo che voleva fare coesistere audaci ambizioni artistiche con uno strabiliante virtuosismo e melodie contagiose, ottenendo in questo modo un risultato che nessuna band attiva negli stessi anni riuscì mai a raggiungere. Lo scrittore e studioso degli Yes Bill Martin scoprì fin dal primo ascolto il significato di “Roundabout”, che costituisce la chiave ideale per scoprire il senso di tutti gli altri brani di questo disco. Nelle note di copertina accluse alla lussuosa ristampa su CD pubblicata parecchi anni fa, Martin scrisse: «In questo disco sono presenti tutti gli elementi propri dello stile degli Yes, tra cui la fantasia, la dolcezza e una vena di malinconia, oltre a una tavolozza di colori brillanti che ricordano più Jean Sibelius e Igor Stravinsky che i grandi protagonisti del panorama pop dell’epoca, senza trascurare una buona dose di energia e di vitalità». Questo mix di seducenti spunti sinfonici e di incontenibile slancio affiora più volte in Fragile, come si può notare soprattutto in “South Side of the Sky”, un brano dai toni epici incentrato su una tragica spedizione polare, che la band esegue con un’intensità molto coinvolgente, un controllo assolutamente impeccabile e una progressione, che contribuisce a tratteggiare i surreali paesaggi polari quasi in technicolor. Inoltre, si può ascoltare l’altrettanto mitico “Long Distance Runaround”, un brano di grande interesse che, oltre alla sua concisione, riesce a fare coesistere il jazz, la musica classica, la psichedelica, il grande rock e raffinati generi musicali e letterari in un mix quasi ipnotizzante. Fragile trova un ulteriore punto di forza in cinque brani solistici – eseguiti da ognuno dei membri della band – che fungono anche da trait d’union del programma complessivo, che vede protagonista tutto il gruppo. Ogni brano rappresenta una vetrina per esprimere le concezioni visionarie e le coinvolgenti performance della band. “The Fish (Schindleria Praematurus)” di Squire può essere considerato un esempio archetipico di prodezza prog e un brano che conduce il basso in terreni che richiedono ancora ulteriori approfondimenti. Una doverosa citazione spetta anche al caldo e vibrante “Mood for a Day” di Steve Howe, uno spettacolare sfoggio di virtuosismo chitarristico, che si fonde con “Cans and Brahms”, una suggestiva rivisitazione pianistica della Quarta Sinfonia di Johannes Brahms.

ANTEPRIMA D'ASCOLTO

YES: dello stesso autore...

YES

YES: Fragile

LP 200 Gr.

€ 39,00

YES

90125

CD Gold

€ 34,00

YES

FRAGILE

CD Gold

€ 39,50

YES

YES: The Yes Album

CD Gold

€ 39,50

Il carrello è vuoto!

COME IMBALLIAMO
I TUOI DISCHI

 

YES: YES: Fragile

€ 185,00

Username

Password

non ricordi la password ?

I più Venduti

I dischi più venduti di questo mese

1.

ART FARMER e JIM...

THE ART FARMER QUARTET: Live at the Half-Note

2.

MILES DAVIS

MILES DAVIS: Kind of Blue

3.

PAUL DESMOND

PAUL DESMOND: Easy Living

4.

AA.VV.

LA FOLIA

5.

King Crimson

KING CRIMSON: In the Court of the King Crimson

6.

MODERN JAZZ QUARTET

MODERN JAZZ QUARTET: The Sheriff

7.

B.B.KING

B.B.KING: Ladies and Gentlemen

8.

BEATLES

BEATLES: Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band

9.

NINA SIMONE

NINA SIMONE: Little Girl Blue

10.

SUPERTRAMP

SUPERTRAMP: Breakfast in America

Tutti i Top Sellers >>

     
 

Sound and Music srl

SOUND AND MUSIC SRL - Via Mazzarosa 105 - 55100 LUCCA (LU) - P.IVA 01230860460 - Tel. 0583 581 327
Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © SOUND AND MUSIC SRL
E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2010 Sound And Music - credits 2R Studio Web Solutions realizzazione siti web

Condizioni generali di vendita  |   Diritto di recesso